Ha aperto ufficialmente l’edizione 2013 di Festambiente e Legalità la due giorni dedicata al diritto dell’ambiente e alla sua tutela giuridica. Il week end ha segnato un momento di riflessione e rilancio dei Centri di Azione Giuridica di Legambiente, strumenti fondamentali per le azioni giudiziarie portate avanti dall’associazione.

Un ricco parterre di ospiti, dal giudice di Corte di Cassazione Luca Ramacci all’Avvocato generale dello Stato presso la Procura di Salerno Aldo De Chiara, dall’onorevole Alessandro Bratti al direttore generale di Cobat Michele Zilla, ha aperto la due giorni col convegno “Idee e proposte per un nuiovo sistema di tutela dell’ambiente“, ospitato presso lo splendido Palazzo Vinciprova di Pioppi, a cui hanno preso parte anche i dirigenti di Legambiente Laura Biffi, Enrico Fontana e Stefano Ciafani, nonchè il sindaco di Pollica Stefano Pisani.

Oltre 60 gli avvocati giunti da tutt’Italia per discutere delle ultime novità in materia e rinnovare gli organismi della struttura associativa.

Nuovo presidente è stato eletto David Zanforlini, 53 anni, avvocato del foro di Ferrara. Già presidente del Ceag Emilia Romagna dal 1997 ed è stato promotore di diversi processi regionali e nazionali dell’associazione ambientalista come quello sull’inquinamento atmosferico causato dalla centrale termoelettrica di Porto Tolle della fine degli anni ’90, sulla Solvay di Ferrara, fino al più recente esposto che ha portato al sequestro dell’allevamento dei beagle di Green Hill di Montichiari (Bs).

Il congresso ha anche nominato vice presidente nazionale del Ceag l’avvocato Lory Furlanetto del foro di Roma e ha confermato nel ruolo di coordinatore nazionale dei Centri di azione giuridica l’avvocato Francesco Dodaro.

Share →